La comunicazione nelle mie opere

Attraverso i miei lavori cerco di comunicare alcune semplici emozioni basate sulla concretezza e sulla riconoscibilità del messaggio.  Essi siano quindi un invito a riflettere, ad ascoltare l'immagine, il suo silenzio ed in esso riconoscersi.

Non cerco perciò una interpretazione della realtà che sconvolga l'oggetto, tendo invece ad una ermeneutica che lo faccia percepire come reale (senza arrivare al freddo iperrealismo) e che sia piuttosto in grado di comunicare sensazioni di tranquillità, di serenità proprio perché basate sull'esperienza di ognuno, sul già visto, sulla riconoscibilità del soggetto senza, per questo, banalizzarlo. 

Sono convinto che nella nostra società spersonalizzata, frenetica e insofferente le persone abbiano bisogno di trovare dei rifugi sicuri, delle oasi di tranquillità dove sentirsi in pace con se stessi e con il mondo. Il mio tentativo, forse perché è una aspirazione a cui tendo anch'io, è quello di trovare un punto fermo, di avere delle certezze.  La mia scelta di dipingere soggetti facilmente identificabili è voluta, nel senso che la immediata riconoscibilità del soggetto lo mette "fuori discussione" perché le protagoniste del mio dipingere sono la luce e l'atmosfera che riesco (o meno) a creare.

 

Penso che un quadro, un disegno, siano la rappresentazione di un'emozione, di un punto di vista che si vuole trasmettere, e nei miei lavori vorrei che trasparisse quello che provo io mentre dipingo.... la serenità.

 

Carlo Vedù


INVITOMOSTRA




                                                  

CONTATORE VISITE 
 


Site Map